•  
  •  

Blog attraverso noi perchГ© amiamo i film e vogliamo continuamente scoprirne di nuovi

Blog attraverso noi perchГ© amiamo i film e vogliamo continuamente scoprirne di nuovi

Buon lunedì serata a tutti voi gentili lettori! E’ un essere gradito oggidì parlarvi di presente film incredibilmente toccante, prototipo nella sua disposizione e magnificamente eseguito dalle sue protagoniste. Un encomio vivissimo a Julianne Moore, Meryl Streep e la camuffata Nicole Kidman (verso mio parere riconoscibilissima durante il eliminazione degli occhi oltre che a causa di le movenze) in la loro ineccepibile impresa e al direttore David Daldry in quanto è riuscito verso rimandare al superiore il storiella di Michael Cunningham. Colpo di rango senza contare identico sono le colonne sonore di Philip Glass (The Truman Show), assolutamente da non lasciarsi fuggire. Premetto giacché le vicende riportate di Virginia Woolf simile maniera le parole dalle sue lettere sono vere.

La fatto è ambientata per tre epoche differenti e narra le vicende di tre donne infelici e turbate dalla propria attività, nella come non si rispecchiano assolutamente. Negli anni ’20 a stento lontano Londra vive Virginia Woolf, scrittrice consumata dalla marcata accasciamento perché la varco condensato ad occupare istinti suicidi. Costantemente accudita dall’amorevole compagno, per un momento di ispirazione si getta nella stesura del conveniente registro “La dama Dalloway”. Negli anni ’50 verso Los Angeles in cambio di vive l’apparentemente serena Laura Brown anch’essa sposata, bensì per mezzo di un fanciullo limitato ed un altro con arrivo. La bella Laura si prepara per solennizzare il anniversario del uomo, ciononostante il registro in quanto sta leggendo la fa crollare per una voluta di pensieri. In conclusione ai nostri giorni per New York City vive la frenetica e malinconica Clarissa mediante la sua compagna. La domestica sta organizzando un’importante ricevimento al esperto fautore ed amante Richard, finalmente malato di AIDS. A causa di l’evento si presenta per edificio di Clarissa un esperto tenerezza di Richard perché all’improvviso le scatena una raggruppamento di pensieri. Tre epoche diverse, tre vite differenti, eppure un’unica capace sofferenza…

Ottimo il atteggiamento sopra cui ci viene parere la fatto, ovvero circa sarebbe oltre a corretto dichiarare LE storie. La figura ГЁ quella di una matriosca, infatti le tre donne hanno legami frammezzo a loro in quanto prima sembrano abitare le semplici abitudini giornaliere, intanto che successivamente si focalizzano su codesto elenco e parecchio dall’altra parte, modo il loro reale propensione del sesso. Mi ha meravigliato corrente tema, ancora che diverso non mi aspettavo fosse sviluppato per tutte le protagoniste e molti estranei attori del cast.

Arcano, gentile, accidentato e tragico in le sue vicende narrate moderatamente verso esiguamente, unitamente la stessa torpore con cui cadono e si poggiano ciascuno sull’altro i fiocchi di distesa bianca l’inverno (metafora usata da Laura nel lungometraggio). I monologhi dunque amari e commoventi hanno la abilità di penetrare l’animo dello uditore affinché pende interessato e cupo dai gesti e le parole di queste donne. “The hours” è riuscito ad avvolgermi con un’atmosfera intima dove ciò in quanto conta realmente è sfogliare attentamente la propria intelligenza; si ha la presentimento di nutrirsi appena le protagoniste, non trovando una cammino d’uscita ad una persona perché nessun aggiunto vede fiancata, più in avanti verso noi stessi.

Verso eseguire un ricamo silenzi, estraniamenti, pensieri, atti e tentennamenti sono le rassicuranti e in vuoto noiose melodie suonate prevalentemente al pianoforte. Queste riescono a comunicare un senso di dolore d’animo e di taciturno tormento cosicchГ© faticosamente giunge simile scaltro al audacia, ovvero quanto eccetto al mio. Sublimi i soundtracks poi, non una cenno all’aperto posto… attualmente una turno ciascuno inusitato lavoro da ritaglio di Philip Glass. La canto di una delle protagoniste ad principio e fine pellicola racconta le conclusioni tristemente consapevoli di chi non ha trovato altra spiegazione alle proprie membro, nel caso che cosa e jeevansathi non quella cosicchГ© ci viene mostrata.

Mi è piaciuto moltissimo modo siano state riprodotte rettamente le tre differenti epoche con cui si snoda la scusa. Disposizione delle case, mobilio, accessori di ogni genere, costume, acconciature, abitudini e abilità nel discutere sono tutti aspetti magnificamente curati e perché accostate le une alle altre si alterazione sporgenza frammezzo a loro. La istantanea curata da Seamus McGarvey (“The Avengers”) è apertamente stupenda e concorre anch’essa per trasmettere presente permanente cruccio allo ascoltatore.

Da non sottovalutare i problemi di queste donne, non è prova superficiale la abbassamento e alquanto eccetto chi ne soffre. Non mi resta che augurarvi una buona apparizione e… lasciate in quanto il lungometraggio vi scorra internamente. 🙂